Quindi, anche i contributi da disoccupazione, da maternità, da servizio militare e così via. REQUISITI PER QUOTA 100 – Per andare in pensione all’età di 62 anni, anticipando così di cinque anni, bisogna aver maturato 38 anni di contributi. Altro punto molto importante relativo alla Quota 100. Per accedere alla quota 100 sono validi tutti i contributi maturati, compresi i contributi figurativi derivanti da disoccupazione indennizzata. Come anticipato, sono escluse quelle non utilizzabili “per il diritto” alla pensione di anzianità. Per il calcolo della quota 100, il lavoratore dipendente privato e pubblico, deve considerare alcuni fattori: la mancata contribuzione versata, per la scelta di andare prima in pensione rispetto ai requisiti ordinari; la situazione contributiva versata al 31/12/1995 sino al 31/12/2011. I contributi figurativi sono accreditati d’ufficio dall’Inps, ... disoccupazione coperta da indennità, ... solo qualora possieda complessivamente almeno 42 anni e 10 mesi di contributi ed ottiene la pensione quota 100 soltanto con un minimo di 38 anni contributi complessivi. Per accedere alla quota 100 è necessario perfezionare almeno 35 dei 38 anni di contributi necessari, senza prendere in considerazione eventuali contributi figurativi derivanti da disoccupazione indennizzata e malattia. ... Resta ancora la possibilità di riscattare i periodi di disoccupazione per accedere a Quota 100… Il vincolo che si ha per accedere a quota 100 è che almeno 35, dei 38 anni di contributi richiesti, devono essere maturati non tenendo conto dei contributi figurativi derivanti da malattia e disoccupazione indennizzata. Tra i contributi che danno diritto alla pensione di anzianità ci sono anche alcune tipologie di contribuzione figurativa, ma non tutte. L'ok fino a febbraio (per ora), Pensione: APE volontaria scelta irreversibile, nessuna agevolazione per disoccupati o invalidi. Per quanto riguarda specificamente il suo caso, i contributi validi per stabilire se può accedere alla quota 100 sono quelli riferito al diritto: purtroppo le sue 1924 settimane (che equivalgono a 37 anni e cinque mesi) non sono sufficienti perché per arrivare a 38 anni (1976 settimane). Secondo i calcoli del patronato ho maturato ( a maggio 2018)  37 anni e 9 mesi di contributi, però mi hanno detto che i contributi figurativi della Naspi  non concorrono al computo totale per un probabile e futuro accesso a quota 100 ( infatti questa riforma potrebbe essere la prima finestra di uscita). I contributi effettivi sono quelli relativi ai versamenti effettuati dal datore di lavoro per i periodi di attività di un lavoratore. Quota 100: cosa succede ai contributi figurativi per NASpI. Limite massimo contributi figurativi Inps per Quota 100 Il pacchetto Quota 100 è già quasi pronto e stando alle ultime voci va solo ultimato nei più piccoli dettagli. I 38 possono dunque avere almeno 3 anni di contribuzione figurativa. Per il raggiungimento della quota 100 dei 38 anni richiesti, 35 anni devono essere perfezionati così come richiesto per la pensione di anzianità ovvero utilizzando contributi obbligatori, da riscatto, volontari e figurativi con l’esclusione dei contributi figurativi derivanti da disoccupazione indennizzata e da malattia. I contributi figurativi. Le sue 1946 settimane per la misura (che equivalgono a 37 anni e cinque mesi) sarebbero quelle su cui invece si calcola l’importo della  pensione maturata. => Come neutralizzare i contributi svantaggiosi per la pensione, Indennizzo Commercianti: rifinanziato il Fondo. Quota 100, infatti, consente a tutti coloro che hanno compiuto 62 anni di età e che hanno versato almeno 38 anni di contributi di andare in pensione anticipatamente senza dover raggiungere l’età pensionabile. 14 del DL 4/2019 ha istituito, in via sperimentale sino al 31 dicembre 2021, la nuova pensione anticipata con requisito “Quota 100”: si tratta, in sostanza, di un trattamento anticipato che può essere ottenuto da chi ha compiuto 62 anni di età e possiede almeno 38 anni di contributi accreditati presso le gestioni amministrate dall’INPS. Il DL 4/2019 sul punto non si pronuncia, lasciando intendere, quindi, che i contributi figurativi valgano pienamente ai fini sia del diritto, che della misura della pensione con “Quota 100”. ho 60 anni (sono nato nel 1959) ed essendo rimasto senza lavoro a maggio 2018, sono attualmente in Naspi (che terminerà a giugno del 2020 ). Anche ai fini del pensionamento con la quota 100 i lavoratori del settore privato devono soddisfare almeno 35 anni di contribuzione senza considerare i periodi di disoccupazione e malattia. Nel messaggio viene chiarito che “La contribuzione accreditata durante i periodi di percezione dell’indennità di nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) è utile per il perfezionamento del requisito contributivo dei 38 anni, ma non anche per il perfezionamento del requisito contributivo dei 35 anni utili per la pensione di anzianità. E’ importante e nessuno ne parla con chiarezza ma ci sono solo supposizioni. Contributi figurativi: qual è il valore della retribuzione da attribuire? 25 Gennaio 2019 Con il Messaggio n. 1551 del 16 aprile 2019 l’INPS ha specificato che i periodi di contribuzione figurativa derivanti da indennità di disoccupazione sono utili al raggiungimento dei 38 anni di contributi necessari all’accesso alla quota 100. Nel caso della quota 100 ci vogliono minimo 38 anni di contributi, per i quali si contano tutti i versamenti (effettivi, accreditati, da riscatto, e via dicendo). Per tanto, interessa coloro che maturano i 62 anni e 38 di contributi entro il 31 dicembre 2021. I contributi per la misura sono quelli in base ai quali si calcola l’importo dell’assegno previdenziale, quelli per il diritto sono invece i contributi validi per stabilire quando viene maturato il diritto a pensione. In realtà molti smettono di lavorare a 59. Tuttavia, di questi 38 almeno 35 anni devono risultare come contributi effettivamente versati (bisogna quindi escludere quei periodi di contribuzione figurativa che non concorrono alla maturazione del diritto a pensione, ossia malattia e sussidio di disoccupazione / NASpI). Quota 100 calcolo, regole, finestre, cumulo, contributi figurativi, Naspi casi particolari circolare ufficiale INPS Il riferimento è la circolare INPS 11/2019: Ai fini del perfezionamento del requisito contributivo è valutabile la contribuzione a qualsiasi titolo versata o accreditata in favore dell’assicurato, fermo restando il contestuale perfezionamento del requisito di 35 anni di contribuzione utile per il diritto alla pensione di anzianità, ove richiesto dalla gestione a carico della quale è liquidato il trattamento pensionistico. Quota 100. Contributi figurativi per la Quota 100 Gentile lettore, Quota 100 richiede 35 anni di contributi effettivi, non figurativi per disoccupazione e malattia non integrata. INPS: estratto conto online per tutti In pratica si applicano le stesse regole di cui alla circolare INPS 180/2014 riferita ai requisiti di accesso alla pensione anticipata (di anzianità). Pensione anticipata e penalizzazioni, cosa accadrà nel 2018? Pensionamento quota 41: disoccupazione e contributi figurativi Un lettore di InformazioneOggi.it ci scrive: “Buona serata volevo un chiarimento per cortesia. Se hai domande o dubbi, contattami: [email protected]“Visto il sempre crescente numero di persone che ci scrivono vi chiediamo di avere pazienza per la risposta, risponderemo a tutti.Non si forniscono risposte in privato.”, © Investireoggi.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma - Proprietario Investireoggi SRLs - Via Monte Cervialto 82 - 00139 Roma, Società iscritta al registro delle imprese di Roma – C.F./P.IVA 13240231004. non concorrono al computo totale per un probabile e futuro accesso a quota 100 ( infatti questa riforma potrebbe essere la prima finestra di uscita). ho 60 anni (sono nato nel 1959) ed essendo rimasto senza lavoro a maggio 2018, sono attualmente in Naspi (che terminerà a giugno del 2020 ). Cosa succede ai periodi di contribuzione figurativa, come nel caso della NASpI, quando si tenta di accedere a Quota 100 per l’uscita anticipata dal mondo del lavoro? Quota 100: malattia e disoccupazione nel calcolo dell’anzianità contributiva. Può tornare al patronato suggerendo di leggere il messaggio dell’INPS in questione per chiarire che oltre i 35 anni i contributi figurativi per Naspi possono essere utilizzati. La quota 100 è la possibilità di andare in pensione in anticipo rispetto all’età classica prevista. I dipendenti privati che al 31 dicembre 2018 hanno raggiunto i requisiti per aderire a quota 100, il 1° aprile 2019 hanno ricevuto il loro primo assegno previdenziale.. A questo tipo di misura pensionistica sarà possibile aderire avendo 62 anni di età e almeno 38 anni di contributi versati. Roma © PMI.it 2007-2020 | T-Mediahouse – P. IVA 06933670967 | 1.47.3. Quali sono quelli che devo calcolare per andare in pensione con quota 100? L’unico tassello è che 35 di questi … 9 Gennaio 2019 52 settimane di servizio militare pari a 1 anno. Nel mio estratto conto INPS risultano 1946 settimane per la misura e 1924 settimane per il diritto. Per accedere alla quota 100 sono validi tutti i contributi maturati, compresi i contributi figurativi derivanti da disoccupazione indennizzata. Contributi figurativi e Quota 100 – L’art. Pensione: RITA più conveniente, cinque anni prima dell’età pensionabile, Ape volontaria, uno strumento oneroso per i lavoratori, Pensione a 70 anni? Per sua comodità le riporto le normative di riferimento da presentare al patronato dove, in base a quello che mi scrivono i lettori, non sono ben aggiornati sulle leggi in vigore. Contributi figurativi e pensione di vecchiaia - Innanzi tutto i contributi figurativi presi in disoccupazione sono validi per il raggiungimento del requisito minimo di 20 anni di contributi per la pensione di vecchiaia, come l'Inps ha chiarito con la circolare 180/2014 (l'oggetto è il precedente sussidio di disoccupazione Aspi, ma la stessa disciplina si applica alle attuali indennità). Secondo i calcoli del patronato ho maturato ( a maggio 2018), 37 anni e 9 mesi di contributi, però mi hanno detto che i contributi figurativi della Naspi. 70 settimane di CIGS pari a 1,34 anni. Desidero sapere la differenza tra contributi per la misura e contributi per il diritto. Innanzitutto, è bene evidenziare che quota 100 è una misura sperimentale che vale nel triennio 2019-2021. Contributi figurativi per la Quota 100 25 Gennaio 2019 Nel caso della quota 100 ci vogliono minimo 38 anni di contributi, ... ossia malattia e sussidio di disoccupazione / NASpI). Contributi utili per quota 100: cosa c’è da sapere. Il requisito fisso, per i lavoratori, sono proprio i 38 anni di contributi. ... volontari, figurativi con esclusione dei contributi accreditati per malattia e disoccupazione. Per la pensione anticipata serviranno due anni in più: per chi resta la Quota 100, Pensioni, tutte le novità del contratto di espansione 2021, Pensioni anticipate anche nel 2021? Praticamente, grazie alla quota 100 puoi andare in pensione se hai maturato questi requisiti: 62 anni di età; 38 anni di contributi. “Quota 100 devo avere 35 anni effettivi di contributi oppure si possono tenere validi anche i contributi figurativi( ho 33 anni effettivi di lavoro e 5 di contributi figurativi) … L’INPS contabilizza due diverse tipologie di contributi ai propri iscritti. Trib. Infatti, ai fini del perfezionamento di tale ultimo requisito, non sono utili i periodi di malattia e di disoccupazione o equiparati (ad esempio, periodi di percezione dell’indennità di ASpI, di Mini-ASpI, etc.).”. per ottenere la pensione anticipata con quota 100 è necessario un minimo di 38 anni di contributi; i periodi di disoccupazione indennizzata per i quali sono accreditati i contributi figurativi valgono pienamente per raggiungere questi 38 anni; oltre alla verifica dei 38 anni di contribuzione (ed alla verifica dell’età minima di 62 anni di età), però, per ottenere la prestazione è anche richiesta la verifica di un minimo di 35 anni di contribuzione, … Pensione anticipata a 64 anni, mancano i dati per estensione: perché l’Inps non collabora? Pensione anticipata a 64 anni: chi può beneficiarne? PMI.it è un allegato di Blogo, periodico telematico reg. Permalink. Quindi nel mio specifico caso, dovrei fare il versamento volontario di contributi per raggiungere almeno 38 anni ? Negli ultimi paragrafi parleremo meglio dei contributi figurativi durante il servizio militare. Nell’ipotesi in cui quota 100 venga eliminata, per coloro che, come me, non riuscissero a ricollocarsi professionalmente, quale potrebbe essere l’alternativa per non rimanere senza uno stipendio fino ai 67 anni, secondo la legge Fornero ?? le ultime allarmanti notizie sembrano escludere per quota 100 in parte il riscatto laurea. Contributi figurativi Naspi: sono validi per la quota 100? Pensioni quota 100, richiesti 35 anni di contribuzione effettiva Ignazio :”Da estratto contributivo INPS Io ho 1726 settimane di lavoro effettivo pari a 33,19 anni. Quota 100 e contributi figurativi 2 Agosto 2018 Detto questo, il problema potrebbe essere relativo al calcolo dei contributi, in particolare a quelli figurativi. Se, quindi, dei suoi contributi almeno 35 anni li raggiunge senza conteggiare i contributi figurativi della Naspi, può accedere a quota 100 al raggiungimento dei 38 anni di contributi con la consapevolezza che gli ulteriori 3 anni di contributi possono essere rappresentati anche interamente da contributi figurativi derivanti da Naspi. Contributi figurativi quota 100. Come riscattare la maternità e andare in pensione, Pensione anticipata contributiva: ecco chi può beneficiarne, Pensione anticipata 64 anni: per contribuzione mista con limiti, Pensione anticipata 64 anni: ecco perchè l’INPS può respingere la domanda. Buongiorno, vorrei sapere se c’è qualche chiarimento, ora che la corsa agli sportelli è iniziata, circa il tetto per contributi figurativi, non si capisce se senza limite, 5 anni o 3 anni. Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive: “Salve, l’anno di militare riscattato si conteggia come effettivo o figurativo? Per accedere alla quota 100 la normativa vigente prevede che siano pienamente validi tutti i contributi maturati, compresi i contributi figurativi. Quota 100 e chiarimenti sui contributi figurativi 5 o 3 anni. 210 settimane di mobilità pari a 4,03 anni. Quota 100: quali i contributi utili per la pensione? Ammesso che la norma di quota 100 possa continuare ad esistere fino al 2021, è veramente accertato che i contributi figurativi non siano utilizzabili e cumulabili con quelli contributivi, per un eventuale accesso pensionistico entro il 2021 ? Contributi figurativi per chi assiste familiari disabili. L’INPS, però, con la … Pensioni: Quota 100 e il sistema a Quote, cos’è e come funziona. Per esempio, ci possono essere contributi volontari vengono conteggiati per il diritto a pensione ma non valgono per il calcolo dell’assegno.